Home Page

Utente:

Password:

Registrati!

Perché registrarsi?

GUIDA PRATICA ALL'IMPROVVISAZIONE SULLE BASI DEL CD
BASI PER CHITARRA ROCK N°6
A CURA DI ALESSIO MILANI

Queste poche righe vogliono essere solo una pratica guida, ad aiuto dei meno esperti, per improvvisare sulle basi contenute nel CD fornendo la "rotta principale" affinché si possa cominciare a navigare in questi 51 minuti di musica senza rischiare di perdere l'orientamento.

Note: nell’indicare gli accordi e le note ho usato la notazione anglo-americana (A=La,
B=Si, C=Do, D=Re, E=Mi, F=Fa, G=Sol).

1 MESSAGE IN A BOTTLE Dall'album "Reggatta de Blanc" dei Police
L'arpeggio iniziale di questo brano dei Police si sviluppa sui seguenti accordi: C#m(add9) A(add9) B F#m(add9). Andando ad analizzare questi accordi possiamo constatare che ci troviamo senza ombra di dubbio in tonalità di C#m naturale. L'aggiunta della nona (add9) semplicemente sta ad indicare una nota di abbellimento dell'accordo. Andy Summers utilizza spesso questo espediente. Come effetti per questa intro consiglio di aggiungere (al suono pulito) chorus e un po' di delay. Per chi volesse invece improvvisare si può ovviamente utilizzare la scala di C#m naturale oppura la sua pentatonica minore.
Il chorus invece modula in tonalità di A maggiore. Qui potremo utilizzare la scala maggiore oppure la pentatonica maggiore di A sugli accordi A D E, mentre sugli accordi F#m D possiamo utilizzare la pentatonica minore di F# (le note sono le stesse della pentatonica di A maggiore, essendo la sua relativa minore, cambia solo la nota di partenza della scala).
Per suonare al meglio su questa base suggerisco inoltre di visionare il video di Gianni Rojatti "Suonare nello stile di Andy Summers" edito da Playgame Music.


2 ROXANNE Dall'album "Outlandos d'Amour" dei Police
Anche nel riff iniziale di questa base consiglio di aggiungere alla catena degli effetti chorus e delay. Dato che ci troviamo in tonalità di Gm, potremo utilizzare la scala di Gm oppure la pentatonica di Gm. Durante il chorus invece si va nella sua tonalità relativa maggiore, cioè Bb maggiore. Volendo possiamo continuare ad improvvisare con la pentatonica minore di Gm, ma per enfatizzare al meglio certe note suggerisco di passare alla pentatonica di Bbmaggiore ( come spiegato nel brano precedente, in una pentatonica maggiore o nella sua relativa minore le note sono le stesse, ma cambia l'approccio che noi abbiamo avendo una diversa nota di partenza).

3 COMFORTABLY NUMB Dall'album "The Wall" dei Pink Floyd
L'assolo di "Comfortably Numb" è stato nominato fra i 100 migliori assoli della storia del rock. L'intro e la strofa di questo brano si sviluppano sulla tonalità di Cm. Il mio consiglio quindi è di utilizzare le note della scala minore di Cm oppure la classica pentatonica di Cm, ma questa volta cerchiamo di colorarla aggiungendo a piacere la nona (la nota D).
Nel pre-chorus si passa a Eb maggiore, possiamo quindi mantenere la penta minore di C oppure passare alla penta maggiore o scala maggiore di Eb. Questo cambio però dura solo 4 battute perchè poi il brano modula in tonalità di Ab maggiore, ma essendoci subito un accordo di Db consiglio di improvvisare con il modo lidio di Db (IV° grado della scala di Ab maggiore) alternata alla scala maggiore di Db. Il lidio è uguale a una scala maggiore ma con la quarta aumentata). In questo caso la scala lidia di Db sarà formata dalle note: Db Eb F G Ab Bb C. Nel chorus si va per una battuta in Bb maggiore, una battuta in Ab maggiore e poi si torna al Eb maggiore.
Il primo assolo ha lo stesso cambio di accordi del pre-chorus e del chorus, quindi possiamo improvvisare seguendo le indicazioni precedentemente descritte.
Il secondo assolo invece è in tonalità di Cminore. Qui possiamo mescolare la pentatonica minore di C alla pentatonica minore blues di C. La nota blues per chi ancora non lo sapesse è la 5diminuita ( in questo caso la nota è il Gb) e ci divertiremo ad aggiungerla a piacimento.

4 MONEY Dall'album "The Dark Side of the Moon" dei Pink Floyd
Tutto il brano si basa sulla tonalità di Bminore.
Questa song si sviluppa principalmente su un tempo di 7/4. Niente panico: basterà contare 4+3 invece che 4+4.
Per l'assolo invece si passa al 4/4.
Per improvvisare su questo brano possiamo divertirci a mescolare 3 pentatoniche diverse ma molto simili:
- la prima sarà la classica pentatonica minore di B, composta dalle note: B D E F# A
- la seconda pentatonica sarà quella blues, cioè con l'aggiunta della 5°diminuita: B D E F F# A
- per finire potremo utilizzare una pentatonica con l'aggiunta della nota caratterisca del modo dorico, cioè la 6° maggiore ( il G#): la scala quindi diventerà B D E F# G# A
Cercate di utilizzare a volte anche dei cromatismi (note di passaggio) nel vostro fraseggio: ad esempio Gilmour nel 2° assolo gioca molto intorno alla nota B suonando le note C bequadro (anziche #) e Bb, entrambe note fuori scala.
Per ricalcare lo stile del nostro amato chitarrista consiglio di fare largo utilizzo dei bending, cioè partire da una nota e arrivare ad un'altra nota tramite il tiraggio della corda stessa. La nota può così essere alzata d'intonazione di un semitono, un tono fino ad arrivare a un tono e mezzo o più.


5 HEY JOE Dall'album "Are You Experienced" di Jimi Hendrix
Il brano Hey Joe di Jimi Hendrix è tutto basato sulla tonalità di G maggiore. Potremo utilizzare quindi la scala minore pentatonica di E (cioè la relativa minore di G maggiore) oppure la scala blues di Eminore, cioè una pentatonica minore con l'aggiunta della 5°diminuita, la cosidetta nota blues. Dobbiamo solo fare atenzione al finale di ogni giro dove abbiamo un accordo che non è in tonalità: il E maggiore. Per lavorare bene su questo accordo potremo divertirci a giocare tra la 3°minore (la nota G) già presente nella pentatonica minore di E e la 3°maggiore (G#). Questo darà ovviamente un certo sapore blues al nostro fraseggio, ed è proprio questa l'intenzione che anche Hendrix vuole dare in quel punto al brano.


6 PURPLE HAZE Dall'album "Are You Experienced" di Jimi Hendrix
Come tutti sappiamo l’accordo più utilizzato in assoluto da Jimi Hendrix è il 7#9. In questa base è il E7#9. Questo accordo ci da un forte sapore blues, dato che l’accordo oltre alla terza maggiore ha anche la 9°aumentata che in questo caso funge anche da 3° minore. Quindi per improvvisare potremo utilizzare la pentatonica minore di E (composta dalle note E G A B D) e alterneremo , secondo il proprio gusto personale, la terza minore con la terza maggiore, ovvero a volte suoneremo la nota G a volte G#.
Il brano principalmente si trova in tonalità di Eminore, ma il terzo accordo (cioè il A) non è in tonalità, infatti se andiamo ad analizzare per triadi la scala di Eminore l’accordo di A dovrebbe essere minore. Quindi su questo accordo possiamo rimanere con la pentatonica di Eminore ma sarà necessario enfatizzare il C# (cioè la nota estranea alla tonalità) . Questo C# non è altro che la 6° maggiore di E minore, potremo quindi usare la pentatonica minore di E con l’aggiunta del C# che diventerà: E G A B C# D. Oppure la scala dorica di E formata dalle note: E F# G A B C# D.
Ovviamente è ben accetta anche la penta minore blues (E G A Bb B D).


7 MONEY FOR NOTHING Dall'album "Brothers in Arms" dei Dire Straits
Il famosissimo riff di questo brano si trova in tonalità di Gm. Il trucco che Mark Knopfler utilizza si basa sul tenere una nota fissa e ribatterla insieme ad altre note della scala di Gminore. Ad esempio all’inizio del riff suona sempre la nota G prima assieme al D, poi al C poi al F e così via. Provate anche voi a divertirvi creando nuove frasi e possibilità di intervalli.
Per tutto il brano si può improvvisare con la scala minore di G ( G A Bb C D Eb F ) oppure con la pentatonica minore di G. Possiamo provare anche ad utilizzare la pentatonica minore di C: C Eb F G Bb, che rispetto alla scala di G minore ci daranno la quarta, sesta minore, settima minore, tonica e terza minore.


8 HIGHWAY STAR Dall'album "Machine Head" dei Deep Purple
Premessa: gli accordi segnati sul libricino del cd di basi rock n° 6 devono essere tutti intesi come power chord, cioè accordi di quinta con la terza omessa. Quindi il G diventerà G5, il Bb è in realtà Bb5 ecc...
Detto questo possiamo constatare che ci troviamo in tonalità di Gm. L'intro, il riff e il verse sono quindi in questa tonalità, mentre nel bridge l'ultimo accordo è preso in prestito dalla tonalità parallela maggiore, cioè Gmaggiore. Questo espediente viene chiamato in musica "interscambio modale". Quindi in tutta la prima parte potremo improvvisare in tonalità di Gminore o con la penta minore, mentre su quell'accordo di D dovremo suonare la scala o pentatonica di G maggiore, e continueremo così anche sul chorus tranne che sugli ultimi tre accordi F5 G5 A5 dove utilizzeremo per un attimo la pentatonica di A minore.
Durante l'assolo di organo vi consiglio di seguire con la chitarra il pedale di basso.
Per la prima parte dell'assolo invece che la solita pentatonica consiglio di suonare gli arpeggi relativi agli accordi segnati, dandogli quel sapore neoclassico alla Blackmore: quindi arpeggio di Dm7( D F A C) , arpeggio di Gm7 (G Bb D F) , arpeggio di Cadd9 (C E G D), arpeggio di A7 (A C# E G). Per la parte di assolo velocissima invece la note da suonare alla velocità della luce saranno : sul primo accordo Dm7 suoneremo le note C D E, sul secondo accordo Gm7 suoneremo le note D E F, sul terzo accordo C suoneremo le note E F G e invece sull'ultimo accordo di A5 suoneremo la corda a vuota del E cantino intervallate da note cromatiche discendenti.


9 WOMAN FROM TOKYO versione dell’album “30 Years, the best of Deep Purple”
Consiglio per tutto l’intro e il riff del brano di mescolare a piacere le classiche 3 pentatoniche in tonalità di E:
-penta minore di E
-penta minore blues di E
-penta minore di E con l’aggiunta della 3° maggiore (il G#)
In più per rafforzare maggiormente il carattere blues consiglio anche il misolidio di E.
Nella strofa invece consiglio il misolidio di G, mentre nel ritornello di nuovo il misolidio di E. Durante lo special abbiamo invece una modulazione temporanea in A maggiore e poi in Gminore. Ma poi si torna subito al G misolidio sull’accordo G. Rimaniamo con questa scala fino a quando non incontriamo il C7, dove per 4 misure dato il carattere dell’accordo suoneremo il C misolidio.
Questa volta per il finale dello special utilizzeremo la scala maggiore di G oppure la pentatonica maggiore di G.
Per il finale vero e proprio invece useremo le note della scala di E maggiore sugli accordi B, A, E, mentre sul C7 ovviamente il C misolidio. Sull’ultimo accordo E7 improvviseremo con le note della scala misolidia di E. Provate anche gli arpeggi di E7, E9 e E13.


10 ONE VISION Dall'album "A kind of magic" dei Queen
Dopo l’introduzione dell’orchestra, troviamo il riff di chitarra in tonalità a cavallo tra il Dmaggiore e il Dminore, questo perchè alcuni accordi vengono presi per così dire “in prestito” dalla parallela tonalità minore. Questa tecnica di composizione viene chiamata “interscambio modale”. Infatti il D e il B possono essere intesi come in tonalità di D maggiore, mentre il C non è altro che il V° grado della scala di Dminore. Quindi durante il riff e le strofe del brano si prestano molto bene all’improvvisazione la pentatonica minore di D, la penta minore blues di D (cioè con l’aggiunta della nota Ab) e la pentatonica minore con l’aggiunta della 3° maggiore (il F#) che ci dà appunto questa sensazione di essere a metà tra il maggiore e il minore. Nel chorus, invece, il A è maggiore ed essendo il 5° grado della scala di D maggiore siamo obbligati a suonare in D maggiore oppure appunto in A misolidio (cioè una scala di A maggiore ma con la 7minore, cioè G al posto di G#). L’accordo successivo, invece, il C è di nuovo nella tonalità parallela Dminore, quindi è bene utilizzare la scala di D minore, ma ancora meglio la scala di C misolidio.
Nel primo special ( per intenderci: quando la batteria si ferma e riprendono i violini) per tutta la prima parte suoneremo ancora con la scala di D maggiore o la penta di D maggiore, mentre dal Bb in poi siamo di nuovo in tonalità di Dminore, quindi usate la penta minore o blues di D.
Durante l’assolo siamo ancora in tonalità di D ma ancora con qualche accordo preso dalla minore. Sarà bene mescolare le tre pentatoniche che vi ho consigliato all’inizio, unite anche al D misolidio.
Sul 2° special suonate di nuovo il misolidio di A, mentre sul 3° special per dare un carattere un po’ più cattivo e sospeso consiglio la pentatonica minore di A.


11 KNOCKIN' ON HEAVEN'S DOOR Dall'album "Use Your Illusion II" dei Guns N' Roses
Su questo brano è molto semplice improvvisare dato che si trova tutto in tonalità di G maggiore. Per sbizzarrirci potremo quindi utilizzare la scala maggiore di G, oppure la pentatonica maggiore di G oppure la sua relativa minore, la penta minore di E.
Provate a sperimentare più che potete, non abbiate paura di sbagliare, potreste trovare nuove soluzioni a cui non avreste mai pensato. Ricordate che solo il vostro orecchio può dirvi cosa suona bene e cosa suona male.

BUONA MUSICA A TUTTI!!!!

Alessio Milani

Potrete ordinare ciò che vi interessa inviando un'e-mail a info@playgamemusic.com indicando, nel campo oggetto, 'ordine' e, nel testo, i Vostri dati (cognome, nome e indirizzo) e i codici degli articoli.
Il contributo fisso alle spese di spedizione è di 4,39 € per qualsiasi quantitativo di articoli si ordini. Tutti i prezzi sopra indicati sono già compresi di Iva
Si effettuano esclusivamente spedizioni in contrassegno postale.

P.IVA: 02383900921 - Cod Fisc.: 06131510585