Home Page

Utente:

Password:

Registrati!

Perché registrarsi?

GUIDA PRATICA ALL'IMPROVVISAZIONE SULLE BASI DEL CD
BASI PER CHITARRA HEAVY ROCK
A CURA DI ALESSIO MILANI

Queste poche righe vogliono essere solo una pratica guida, ad aiuto dei meno esperti, per improvvisare sulle basi contenute nel CD fornendo la "rotta principale" affinché si possa cominciare a navigare in questi 51 minuti di musica senza rischiare di perdere l'orientamento.

Note: nell’indicare gli accordi e le note ho usato la notazione anglo-americana (A=La,
B=Si, C=Do, D=Re, E=Mi, F=Fa, G=Sol).

RISING FORCE
Nell'intro di tastiere Malmsteen accompagna i colpi di rullante della batteria con il E al basso della chitarra.
Il riff iniziale di chitarra si sviluppa sulla tonalità di Em ( E F# G A B C D),
Anche la strofa e il chorus rimangono in questa tonalità, fate solo attenzione alla sesta misura dell'inciso sull'accordo di D# a non usare la nota D ma appunto D#. Questa nota deriva dalla scala minore armonica, infatti per rendere ancora più simile il vostro fraseggio a quello di Malmsteen potete usare la scala minore armonica di Em alzando il VII° grado della scala minore naturale (E F# G A B C D#), oppure potete usare una scala ottofonica (cioè formata da 8 note) dove mescoliamo la minore naturale con la minore armonica : E F# G A B C D D#.
La prima parte dell'assolo si sviluppa in tonalità di Em, quindi potete usare la scala di Em, oppure seguire gli accordi con delle triadi come fa Malmsteen. Sull'ultimo accordo B7(9b) utilizzate un arpeggio diminuito di D#°, composto dalle note D# F# A C.
A questo punto si sale su di un tono per l'assolo di tastiera e si va in F#m, poi su ancora di un tono per la risposta della chitarra in G#m. Possiamo alternare la scala di G# frigio maggiore (G# A B# C# D# E F#) a G# frigio minore ( G# A B C# D# E F#) cambiando solo una nota e cioè alternando il B naturale al B#.
Di nuovo un altro assolo di tastiera ancora una volta su di un tono (A#) e poi si sale di un semitono (B) per l'ultima parte dell'assolo di chitarra. Anche qui possiamo giocare a mescolare la scala di frigio maggiore di B con la frigio minore di B (ci basterà alternare la nota D# a D naturale).
Le due scale infatti sono composte dalle seguenti note:
B frigio maggiore = B C D# E F# G A
B frigio minore = B C D E F# G A
Ricordiamo che il B frigio maggiore non è altro che il V°grado della scala di Em armonica, quindi se può aiutarci possiamo anche suonare la scala di Eminore armonica partendo dalla nota B.
Per il finale invece si torna in tonalità di Em, quindi possiamo improvvisare con la scala minore o ottofonica di Em. Fate attenzione al cambio di tempo da 4/4 a 3/4 come segnato all’interno della copertina del cd dove sono gli accordi dei brani.

ILL' SEE THE LIGHT TONIGHT
L'introduzione di questo brano è in A minore, quindi per avvicinarci il più possibile allo stile dello svedese è possibile improvvisare con la scala di A minore armonica: A B C D E F G#. Questo è dato anche dal fatto che il G#° ci indica proprio che siamo in tonalità minore armonica, essendo il suo VII°grado.
Passata l'introduzione la strofa sale su di un tono e ci ritroviamo in Bm, è possibile perciò utilizzare la scala minore dorica di B (B C# D E F# G# A), cioè una scala minore naturale ma con la sesta maggiore anzichè minore.
Per il chorus invece si torna in A minore armonica.
La prima parte dell'assolo, all'unisono con la tastiera, è tutta in A minore armonico, tranne sull'accordo G7 dove suoneremo un Am naturale, dato che l'armonia passa per un attimo alla tonalità parallela minore naturale. Quindi basterà cambiare una nota, invece del G# suoneremo il G bequadro, ovviamente solo per la durata dell'accordo G7, poi si ritornerà subito alla minore armonica.
La seconda parte dell'assolo invece passa alla tonalità di Bm. Qui Malmsteen improvvisa in Bm naturale, poi il brano sale di un tono e va in C#m. A questo punto torniamo a suonare la scala minore armonica: C# D# E F# G# A B#. Per chi avesse difficoltà, basta riprendere la diteggiatura della scala di A minore armonica usata prima e spostarla tutta di 4 tasti più avanti (cioè una terza maggiore sopra). Eventualmente possiamo anche suonare una scala ottofonica di C#minore, aggiungendo alla scala minore armonica anche la settima minore (B), per cui la scala diventerà: C D# E F# G# A B B#. Malmsteen utilizza molto intervallare la settima minore (B) con la settima maggiore(B#).
Per l'ultima parte dell'assolo invece si torna in Aminore armonica.

ENTER SANDMAN
L'inizio di Enter Sandman è segnato da una chitarra acustica doppiata da una chitarra elettrica con suono pulito e in aggiunta un po' di effetto chorus, alla quale invece si affiancherà la chitarra di James Hetfield con un riff molto potente, aggressivo e con suono distorto.
L'arpeggio iniziale di questo brano e la strofa si trovano in tonalità di Em frigio (E F G A B C D), III° grado della scala di C maggiore, a cui possiamo aggiungere anche il Bb ( la quinta diminuita) come nota di passaggio. Possiamo anche suonare una pentatonica di Em, l’importante è aggiungere ed enfatizzare la seconda minore, cioè il fa, per dare questa sonorità cupa ed heavy che caratterizza il modo frigio.
Il pre-chorus e il chorus salgono di un tono e passano in tonalità di F#m frigio(F# G A B C# D E).
Per l'assolo abbiamo le stesse due tonalità. All'inizio siamo in Em come nella strofa: qui infatti per improvvisare possiamo usare la scala di Em frigio oppure la pentatonica di Em. Per la seconda parte dell'assolo invece si passa alla tonalità di F#m, come nel pre-chorus e chorus. Per improvvisare quindi adotteremo la scala di F#m frigio oppure la pentatonica di F#m. Consiglio per avvicinarci al suono di Kirk Hammett una distorsione con gain molto elevato e l'aggiunta di un pedale wah wah.

THE FINAL COUNTDOWN
In questo brano la chitarra entra insieme al basso e alla batteria dopo il famoso intro di tastiere.
L'intro, le strofe e i chorus rimangono tutti in tonalita di F#m ( F# G# A B C# D E).
Durante la strofa il chitarrista John Norum suona la parte eseguendo dei power chords.
Durante l'assolo invece si modula nella tonalità di Bm. Per improvvisare consiglio quindi la scala pentatonica di Bm oppure la scala minore di Bm ( B C# D E F# G A).
Volendo cercare di imitare il chitarrista, occorre invece seguire gli accordi dell'assolo suonando delle triadi:
quindi sul primo accordo Bm possiamo suonare un triade di Bm (B D F#) oppure una triade maggiore di D (D F# A, che in effetti è la sua tonalità relativa). Sul secondo accordo A9 possiamo suonare la triade di C# diminuito (C# E G), cioè la triade che si forma sul II°grado dell'armonizzazione della scala di Bm. Sul terzo accordo Dmaj7 suoneremo una triade maggiore di D (D F# A). Sul quarto accordo Gmaj 7 possiamo suonare una triade maggiore di G (G B D) e così via per tutti gli altri accordi.

FEAR OF THE DARK
Le prime quattro misure di questo brano sono in tonalità di Dm, mentre per le 4 misure successive si modula per un attimo alla tonalità di C.
Da qui in poi si ritorna alla tonalità di Dm.
Per improvvisare nell'intro acustico di questo brano è consigliata la scala di Dm, composta dalle seguenti note: D E F G A Bb C.
Sia la strofa che il ritornello rimangono in questa tonalità.
L'assolo inizia in tonalità di Dm, per poi salire di una terza maggiore e andare in tonalità di F#m, mentre l'ultima parte torna in tonalità di Dm.
Per improvvisare su questo assolo occorre quindi suonare sulla scala di D minore o pentatonica minore nella prima parte, successivamente passare alla scala minore di F# ( F# G# A B C# D E) oppure utilizzare anche la pentatonica minore di F# e nell'ultima parte tornare alla scala minore o pentatonica di Dm.
Prestate attenzione ai cambi di tempo, a volte raddoppiato, che in questa canzone sono molto frequenti.

RUN TO THE HILLS
L’introduzione di questo brano possiamo farla rientrare nella tonalità di D7 misolidio (D E F# G A B C). Il modo misolidio non è altro che il V° grado di una scala maggiore armonizzata per terze, in questo caso la tonalità “base” sarebbe il G maggiore. Per chi ha già dimestichezza con questa scala provi ad utilizzarla, mentre chi volesse semplificare le cose può suonare una scala di Em naturale (cioè la relativa minore di G maggiore, composta dalle seguenti note : E F# G A B C D).
La prima metà della strofa rimane in questa tonalità, mentre la seconda metà passa in A minore, tranne sull’ultimo accordo D , spiegabile come dominante secondaria dell’accordo successivo G.
Sul chorus è possibile improvvisare con la scala modale di G misolidio ( G A B C D E F), in realtà le note sono le stesse della scala di C maggiore ma partendo dal G invece che dal C.
Per l’assolo si passa in tonalità di Em: in questa parte è molto bello improvvisare con la scala di Em o la sua pentatonica minore. A metà dell’assolo invece si passa di nuovo in A minore: ovviamente consiglio di improvvisare con la scala minore o pentatonica di A.

SYMPHONY OF DESTRUCTION
Dopo l'intro dell'orchestra arriva la chitarra distorta in tonalità di Em frigio (E F G A B C D). Anche la strofa si trova in Em frigio. Improvvisare con questa scala è molto semplice, dato che come potete vedere non è altro che la scala di C maggiore però partendo dalla nota E.
Nel pre-chorus, mentre il basso tiene fissa la nota di E noi eseguiremo i seguenti power chord in modo cromatico discendente: A5 Ab5 G5 E5.
Il chorus invece si sviluppa sui seguenti accordi: | E5 | E5 | C | D | quindi siamo in tonalità di E minore naturale, quindi invece del F bequadro come avevamo nel modo frigio, avremo un F#.
Nell'assolo gli accordi sono gli stessi del pre-chorus e difatti per improvvisare potremo usare la scala di Em . Ovviamente anche la pentatonica minore di E funziona alla perfezione.

AIN'T TALKIN' BOUT LOVE
Il tema principale sui cui è costruito il riff che accompagna tutto il brano si sviluppa nei seguenti arpeggi: | Am F | G |.
Per cercare di avvicinarci il più possibile al suono di Van Halen in questa canzone occorre utilizzare un effetto di modulazione chiamato "flanger": lo setteremo con una velocità bassa, rigenerazione dello sweep e depth moderato. Altri effetti da usare saranno un delay settato circa a 100ds e un buon reverbero. Nel brano originale Van Halen ha il suono dry (cioè asciutto e quindi senza effetto) su un canale e solo il reverbero (wet) sull'altro canale.
I power chord da utilizzare nei chorus sono | A5 | G5 |.
Durante l'assolo e anche in tutto il pezzo la scala da utilizzare per improvvisare è quella di A minore naturale (A B C D E F G) o la classica pentatonica minore di A ( A C D E G).
Van Halen nel solo suona sempre la corda a vuoto di E (Mi cantino) accompagnata a note sulla seconda corda appartenenti alla scala di A minore.

ROCK & ROLL ALL NITE
Per questo brano occorre accordare la chitarra un semitono sotto.
Il brano dei Kiss è quasi tutto in tonalità di A. Si può tranquillamente improvvisare con la scala di A maggiore ( A B C# D E F# G#) oppure con la scala minore o pentatonica di F#minore, cioè la sua relativa minore.
Abbiamo solo una leggera modulazione sul ponte, infatti gli accordi F e G non fanno parte della tonalità di A,ma della sua tonalità minore parallela, perciò ci troveremo per un attimo in tonalità di Aminore : proviamo quindi ad improvvisare con la scala minore o pentatonica di A.
Altra veloce modulazione la possiamo trovare in tutte le chiusure delle strofe e dei ritornelli, quando incontriamo gli accordi G e D. Si passa per un attimo alla tonalità di G maggiore, possiamo improvvisare con la sua scala relativa minore: Em, composta dalle note E F# G A B C D.

GET THE FUNK OUT
Nell’introduzione e nella strofa di questo brano ci troviamo davanti ad una tonalità non bene definita, data la qualità degli accordi che rende tutto un po’ sospeso. In questa parte possiamo improvvisare la scala misolidia di C, V°grado della scala maggiore di F maggiore. Le note da cui è composto questa scala misolidia sono le seguenti: C D E F G A Bb. In pratica è una scala maggiore con la settima minore invece che maggiore: da B a Bb.
Sul bridge possiamo mantenere il C misoldio per i primi 2 accordi Bb e C, poi sul Eb7 suonerei un Eb misolidio. In che modo? Spostando avanti di una terza minore (3 tasti) tutta la diteggiatura della scala di C misolidio e infine sul F7 suonerei un F misolidio, spostando tutta la diteggiatura ancora su di un tono (2 tasti) da Eb7 a F7.
Nel chorus invece si possono alternare e mescolare a piacere 2 scale : la pentatonica di G minore ( G Bb C D F) la scala misolidia di G (G A B C D E F).
Per la prima parte dell’assolo possiamo improvvisare con la pentatonica minore di G oppure suonando delle triadi seguendo gli accordi. Nella seconda parte dell’assolo invece riprendono gli accordi del chorus, quindi si può tornare a improvvisare con le indicazioni date precedentemente.

CRAZY TRAIN
Questo brano è introdotto dai seguenti power chord: | F#5 | A5 E5 | F#5 | D5 | E5 |. Dopo 3 giri di intro ecco partire il famoso riff di chitarra basato sulla scala di F#m ( F# G# A B C# D E).
Nella strofa invece si passa alla tonalità di A maggiore (da notare che in realtà le note rimangono le stesse perchè F#m non è altro che la relativa minore di A maggiore). La strofa mantiene un basso di A mentre esegue i seguenti accordi: A E D A.
Il pre-chorus torna in F#m, infatti eccolo: F#5 D5 F#5 D5
Chorus: A5 E5 F#m F#m
IL bridge mantiene gli accordi dell'intro per poi lanciare l'assolo. In questo assolo Randy Rhoads utilizza la tecnica del tapping per creare arpeggi nella tonalità di F#m. Proviamo anche noi a lavorare su questa tecnica cercando di seguire con gli arpeggi i seguenti accordi che accompagnano il brano: F#m E5 D5 C#5 Bm A A/G# x 4 volte.
Per improvvisare possiamo sempre utilizzare la scala di F# minore naturale oppure la pentatonica minore di F#, che altro non è che la scala di F# minore senza il 2° e 6° grado.

BUONA MUSICA A TUTTI!

Alessio Milani

Potrete ordinare ciò che vi interessa inviando un'e-mail a info@playgamemusic.com indicando, nel campo oggetto, 'ordine' e, nel testo, i Vostri dati (cognome, nome e indirizzo) e i codici degli articoli.
Il contributo fisso alle spese di spedizione è di 4,39 € per qualsiasi quantitativo di articoli si ordini. Tutti i prezzi sopra indicati sono già compresi di Iva
Si effettuano esclusivamente spedizioni in contrassegno postale.

P.IVA: 02383900921 - Cod Fisc.: 06131510585