Home Page

Utente:

Password:

Registrati!

Perché registrarsi?

GUIDA PRATICA PER SUONARE SULLE BASI DEL CD

“BASI PER CHITARRA FACILE ANNI 60”

a cura di ALESSIO MILANI



PREMESSA


In tutte le basi sono stati aggiunti vari punti di riferimento. In particolare all'inizio di ogni strofa e all'inizio di ogni ritornello sentirete un "pianetto" (o suono analogo) che esegue parte della melodia. Questo per aiutare i meno esperti (e quanti vorranno usare queste basi anche per il canto) nella comprensione del brano e cercare di guidarli il più possibile nella stesura della song. Inoltre in quasi tutte le basi avrete durante l’introduzione (solo per qualche battuta) un esempio della chitarra che dovrete suonare nel brano: questo per facilitare l'esecuzione della parte di chitarra anche per chi, non avendo a disposizione il brano originale da ascoltare (ricordate che sono tutti facilmente rintracciabili su YouTube), possa comunque riuscire ad eseguire il pezzo.
Questa guida vuole solo essere un aiuto pratico per comprendere il lavoro eseguito su queste basi e per accompagnare e facilitare chi si trova ancora alle prime armi. C’è però anche pane per i denti dei più esperti che dovranno suonare assoli, fraseggi e anche parti di accompagnamento più complesse; potranno anche improvvisare sulle basi a proprio gusto e piacimento: divertitevi quindi a sperimentare più che potete, in pratica non esistono regole.

STAND BY ME
John Lennon - dall’album “Rock ‘N’ Roll”

L'introduzione del questo brano si presenta con una chitarra acustica che esegue la ritmica e un tappeto di organo, seguiti da qualche fraseggio di chitarra elettrica con un suono molto effettato e qualche intervento di pianoforte. Ascoltate attentamente la parte eseguita con la chitarra acustica e cercate di suonarci sopra con la vostra chitarra (gli accordi sono all'interno della copertina del cd) cercando di andare a tempo il più possibile e di entrare perfettamente nel groove del brano, servendovi anche dell'ausilio del click presente nella base. Una volta terminata la strofa (esattamente al lancio di batteria) sarete solo voi a suonare la parte di chitarra ritmica per tutta la parte restante del brano.  
In pratica il "lavoro", abbastanza semplice, che dovrete eseguire su questo brano sarà principalmente quello di suonare questa parte di chitarra acustica. Per prima cosa potete incominciare a suonare tutto il brano ad ottavi, cioè 8 "pennate" ogni battuta, lasciando risuonare le note degli accordi: Le pennate saranno quindi:

1 giù \
2 su /
3 giù \
4 su /
5 giù \
6 su /
7 giù \
8 su /

Una volta entrati bene nella parte potete aggiungere la parte "stoppata" (per questa tecnica è necessario bloccare le corde sul manico aiutandovi con la mano sinistra appoggiando leggermente la mano su tutte le corde in modo da non farle risuonare, mentre plettrate tutto l'accordo con l'altra mano. La ritmica a questo punto diventerà :

1 giù \
2 su /
3 stoppata |
4 su /
5 giù \
6 su /
7 stoppata |
8 su /

Eseguite quindi questa ritmica per tutto il brano.
Per i più esperti: a metà del brano (circa a 2 minuti e 15 secondi) potrete eseguire l’assolo oppure divertirvi ad improvvisare in tonalità di A maggiore o la relativa minore (F# minore). Per tutta la durata dell'assolo sentirete che rientra la chitara acustica che è necessaria sia come punto di riferimento per capire dove si trova l'assolo, sia per sostenere meglio la canzone durante l'esecuzione del solo.  

THE HOUSE OF RISING SUN
The Animals - dall’album “The Animals”

Nelle prime battute di questo brano potrete sentire la parte di chitarra da eseguire per accompagnare tutto il pezzo. Nella song originale la parte è eseguita da una chitarra elettrica, ma potete rifarla anche con un'acustica. Per poterla eseguire dovete, per ogni accordo, suonare la nota fondamentale e, mentre la lasciate suonare, arpeggiare tutte le altre note dell'arpeggio. Ad esempio: per il primo accordo LA minore la posizione dell'accordo sarà quella indicata nella sottostante figura e si dovrà quindi suonare il LA sulla quinta corda a vuoto e poi arpeggiare le restanti note di quella posizione prima con la pennata verso il basso e poi tornando indietro con la pennata verso l'alto.



Le note infatti saranno:LA(corda a vuoto), MI (quarta corda, 2° tasto), LA (terza corda, 2° tasto), DO (seconda corda, 1° tasto)  MI (a vuoto sulla prima corda e poi si torna indietro), DO (seconda corda, 1° tasto) LA (terza corda, 2° tasto) e poi si passa all'accordo successivo.
Diciamo che è più difficile a dirsi che a farsi, perchè basta ascoltare bene l'esempio iniziale per capire.
Per chi volesse eseguire qualche variazione, nelle parti più piene e sostenute del pezzo (dove ad esempio la batteria esegue dei fill a circa 3 minuti del brano) invece che arpeggiare potete suonare tutto l'accordo intero per riempire maggiormente, proprio come fa il chitarrista nella versione degli Animals.

ALL MY LOVING
Beatles - dall’album “With The Beatles”

In questa base la chitarra acustica si trova per tutta la durata del brano. Potete quindi semplicemente decidere di seguirla e suonarci sopra (come nel brano "Stand by me" con una ritmica ad ottavi con pennata giù su ma questa volta senza parte "stoppata") oppure eseguire la parte di chitarra elettrica in sedicesimi con suono pulito (che potete sentire andando a riascoltare il brano originale), certamente più difficile ma anche più interessante e divertente. La ritmica, durante il ritornello, cambia sia per la chitarra acustica che per l'elettrica. Dovrete quindi cercare di dare gli "accenti" sulla stessa parte di chitarra che sentite registrata.
Anche qui i più esperti possono eseguire l'assolo che si trova a circa 1 minuto e 3 secondi, oppure potete semplicemente continuare ad eseguire la ritmica.

PROUD MARY
Creedence Clearwater Revival - dall’album “Bayou Country”

La ritmica di questa base è eseguita con una chitarra elettrica tipo Fender Stratocaster o Telecaster, ma nulla toglie che potete eseguire la parte anche con una chitarra acustica.
Il brano è abbastanza veloce e potete partire con una ritmica  in ottavi, cioè 8 "pennate" ogni battuta.  Le pennate saranno quindi:

1 giù \
2 su /
3 giù \
4 su /
5 giù \
6 su /
7 giù \
8 su /

Dopo aver preso confidenza con gli accordi, per abbellire il vostro accompagnato ora esercitatevi a stoppare la terza e la settima pennata in giù aiutandovi con la mano sinistra come già spiegato nella base di "Stand By Me".

1 giù \
2 su /
3 stoppata |
4 su /
5 giù \
6 su /
7 stoppata |
8 su /

Questa che vi ho illustrato è la ritmica base per accompagnare tutto il pezzo, ma i più bravi durante i "RIFF" possono divertirsi a seguire la batteria suonando altre parti e colorando il brano di vari fraseggi, anche improvvisati. Inoltre nel brano originale (in particolare alla fine dei ritornelli) vi sono dei fraseggi che potete esercitarvi a tirare giù a "orecchio" e poi a risuonare sulla base.
I più esperti potranno suonare l'assolo che inizia a circa 1minuto e 30 secondi, subito dopo il lancio di rullante della batteria. Ricordatevi che è in tonalità di D maggiore, quindi se volete improvvisare potete benissimo usare la scala pentatonica di B minore.

HAVE YOU EVER SEEN THE RAIN
Creedence Clearwater Revival - dall’album “Pendulum”

Anche in questo brano la parte di chitarra è molto semplice: potete ascoltare la parte di chitarra ritmica da eseguire nelle prime battute del brano (all’inizio è a volume alto).
La ritmica è in ottavi cioè 8 "pennate" ogni battuta. Le pennate saranno quindi:

1 giù \
2 su /
3 giù \
4 su /
5 giù \
6 su /
7 giù \
8 su /

Potete quindi doppiare la parte di chitarra acustica, oppure doppiarla con una chitarra elettrica con suono pulito come nel brano originale.

CALIFORNIA DREAMIN'
Mamas & Papas - dall’album “If You Can Believe Your Eyes and Ears”

In questo brano la parte di chitarra è molto semplice: anche qui potete ascoltare la parte di ritmica da eseguire nelle prime battute del brano.
Il brano è abbastanza veloce e la ritmica è in quarti, cioè 8 "pennate" ogni battuta.  Le plettrate saranno quindi:

1 giù \
2 su /
3 giù \
4 su /
5 giù \
6 su /
7 giù \
8 su /
   
Per migliorare il vostro groove potete anche esercitarvi ad accentuare maggiormente la terza e la settima pennata in giù, per dare più enfasi al pezzo. Ricordiamo comunque che questi sono solo suggerimenti, potete divertirvi a suonare anche altre ritmiche e a sperimentare a vostro gusto e piacimento.

GET BACK
Beatles - dall’album “Let It Be”

In questa canzone dei 4 ragazzi di Liverpool vi sono diverse parti di chitarra. All’inizio della base potete sentire una chitarra che suona su tutti i “levare” del brano. Potete doppiare questa parte di chitarra per esercitarvi a “stare sul tempo” e a suonare in levare, oppure su questa stessa parte di chitarra potete suonare la parte di chitarra che sentite a circa 44 secondi della track. Come potete sentire la ritmica è molto simile a quella di un giro blues con qualche piccola variazione. Inoltre il brano originale è seminato qui e là di tanti fraseggi e interventi di chitarra a riempimento del pezzo che potete ovviamente risuonare.
A circa 2 minuti del brano i più esperti possono divertirsi a rifare o a improvvisare un assolo di 8 battute. Vi ricordo che qui siamo in tonalità di A e il brano avendo forti connotati blues si trova per così dire a metà tra il modo maggiore e quello minore, per cui potete utilizzare sia la pentatonica maggiore di A, sia la pentatonica minore A oppure mescolarle insieme. Inoltre potete utilizzare anche la scala blues, che non è altro che una pentatonica minore con l’aggiunta della quinta bemolle : le note infatti saranno A C D Eb E G.   
Ovviamente è meglio se in questo brano utilizzate una chitarra elettrica, ma nulla toglie che potete divertirvi anche con un’acustica.

(I CAN’T GET NO) SATISFACTION
Rolling Stones - dall’album “Out Of Our Heads”

All’inizio della base, dopo il click, dovete suonare per 4 giri il famosissimo riff di chitarra elettrica che ha reso celebri i Rolling Stones. Le note del riff sono: B B B C# D - D D C# C# B tutte eseguite sulla quinta corda (per intenderci la corda del A a vuoto) all’altezza del 2° capotasto.
Nelle strofe potrete fraseggiare seguendo gli accordi e suonando 2 note alla volta proprio come fa Keith Richard nell’originale. In effetti è proprio il suo stile.
Nei ritornelli invece suonerete più volte il famosissimo riff già esposto prima.
Per chi si volesse esrcitarsi anche o solo con l’acustica potete doppiare la parte di chitarra acustica che trovate in tutto il brano, seguendo ancora una volta gli accordi presenti nella copertina del cd.

VENUS
Shocking Blue - “At Home”

Dopo l'intro effettato di chitarra elettrica potete ascoltare, prima della strofa, l'esempio di ritmica che accompagna il pezzo. Potete utilizzare sia una chitarra elettrica sia una chitarra acustica. La ritmica è in ottavi e le pennate sono le seguenti: sul primo battere "pausa" ( quindi fate solo il movimento della pennata in giù ma senza toccare le corde, questo per darvi comunque il senso del ritmo) poi pennata su giù su per l'accordo di Em. Stessa cosa per l'accordo di A, prima pennata a vuoto e poi 3 pennate rispettivamente in: levare, battere e poi di nuovo levare.
A circa 1 minuto del brano per chi ha già domestichezza con la chitarra può esercitarsi nell'esecuzione dell'assolo, altrimenti si può semplicemente continuare con l'accompagnamento normale.

RESPECT
Aretha Franklin - dall'album "I Never Loved A Man"

“Respect”  è una canzone incisa nel 1965 dal cantante statunitense  Otis Redding, che verrà poi ripresa nel 1967 da Aretha Franklin diventando uno dei suoi più grandi successi. Il genere è il Rhythm and Blues ed è infatti da questo stile che parte il genere funky che possiamo ritrovare nella ritmica della chitarra elettrica di questo brano.
L'esempio di chitarra ritmica funky lo potete trovare nella prima strofa: sono in pratica due pennate verso il basso sul battere in quarti, e poi 4 pennate (giù su giù su) in ottavi ma stavolta tutti stoppati con la mano sinistra. Per il chorus invece eseguiremo 8 pennate in ottavi (giù su giù su...) tutte stoppate durante l'accordo di C7 e 4 pennate tutte sul levare del tempo per l'accordo di F.

GIMME SOME LOVIN'
The Spencer Davis Group - dall'album "The Spencer Davis Group Featuring Stevie Winwood"

Nel brano originale la chitarra si limita a suonare all'unisono la parte di basso per quasi tutto il brano. Il riff per questa canzone lo potete sentire benissimo nell'introduzione della base, dove il basso e la chitarra all'inizio sono da soli, per poi circondarsi di altri strumenti che entrano uno dopo l'altro.
Potete quindi divertirvi a suonare questa parte, stando solo attenti alla variazione che lancia tutti i ritornelli (quella parte nella copertina del cd chiamata "PRE-CHORUS") dove cambia la ritmica: la chitarra segue ancora il basso ma la ritmica diventa in ottavi. Se volete potete, invece che suonare note singole, accompagnare questa parte con dei power chord ( cioè i classici accordi rock con tonica e quinta sopra) per poi di nuovo tornare al riff iniziale.
Sperimentate sul brano sia con suono pulito, semidistorto (il cosidetto suono crunch utilizzato molto nel blues) o suono distorto, ovviamente a vostro gusto e piacimento.
Potrete inoltre esercitarvi anche in questo brano ad eseguire l'accompagnamento con una chitarra acustica o elettrica con i semplici accordi segnati sul librettino, provando a trovare nuove ritmiche interessanti.

JAILHOUSE ROCK
Elvis Presley - dalla raccolta “Platinum: A life in music”

Questo brano si basa principalmente sulla progressione armonica di un giro blues standard in tonalità di D, ma con qualche variazione, in particolare sulla strofa dove rimane per qualche battuta in più sul I° grado rispetto ai normali blues standard.
Per suonare su questo brano, durante la strofa dovrete seguire le note del pianoforte e suonarci sopra con l'aiuto degli accordi che trovate all'interno della copertina del cd. Per i ritornelli invece avete un esempio di quello che dovrete andare a suonare nel primo chorus, eseguito da una chitarra elettrica con suono pulito vintage. E' il classico accompagnamneto blues, ma volendo potete anche semplicemente continuare a suonare ad accordi.
Per i più audaci a circa 1 minuto e 18 secondi si trova la base per l'assolo (esattamente dopo il 3° chorus, quando rientra la chitarra in sottofondo). Quest'ultimo si trova in tonalità di D, quindi da buoni blues-man potete utilizzare la pentatonica minore blues di D formata dalle note ( D F G Ab A C), cioè una normale scala pentatonica minore ma con l'aggiunta della 5bemolle, la cosidetta nota blues. Oppure potete per ogni accordo suonare il rispettivo modo misolidio: su D7 il modo misolidio di D, su G7 il misolidio di G e su A7 il misolidio di A. Ricordiamo che il modo misolidio si trova sul 5° grado derivato dall'armonizzazione di una scala maggiore, ed è simile ad una scala maggiore ma con la settima minore invece che maggiore. Esempio:

SCALA DI D maggiore        D E F# G A B C#

SCALA DI D misolidio:        D E F# G A B C

Come potete vedere la settima maggiore della scala maggiore (il C#) nel modo misolidio diventa minore ( C ).

APACHE
The Shadows dall’album - “The Shadows Collection”

In questa base, al contrario delle altre, manca il "pianetto" di riferimento alla melodia, dato che sarete voi a suonare la parte melodica del brano. Andatevi quindi a riascoltare il brano originale in una qualsiasi compilation degli "Shadows".
Ovviamente per assomigliare il più possibile al suono del chitarrista (Hank Marvin) sarebbe necessario utilizzare una Fender Stratocaster dentro a un amplificatore anch'esso Fender con suono pulito, ma non avendo i mezzi potete anche avvicinarvi con una qualsiasi chitarra elettrica mettendo il pick-up al ponte e aggiungendo riverbero dall'ampli.
Inoltre sempre su questo brano potete ulteriormente esercitarvi a suonare gli accordi con una chitarra acustica od elettrica.

LIGHT MY FIRE
The Doors dall’ album "The Doors"

Ricordiamo che per questo brano, come segnato nella copertina del cd dove sono gli accordi, è necessario accordare tutte la chitarra un semitono sotto. Quindi le corde a vuoto diventeranno Eb Ab Db Gb Bb Eb.
Dopo l'intro di tastiere abbiamo una chitarra arpeggiata di cui potete sentire l'esempio nella prima strofa. Per il suono di quest'arpeggio ho utilizzato una Fender Stratocaster  modello americano con aggiunta di riverbero e un po' di chorus.
Durante il lunghissimo assolo di organo gli accordi da eseguire sono semplicemente 2: Am e Bm. La ritmica da eseguire per questa parte la potete sentire nelle prime battute dell'assolo, ma nulla toglie che potete sbizzarrirvi nel trovare nuove ritmiche.
Per l'assolo di chitarra invece ho messo un punto di riferimento: in pratica verso la fine dell'assolo di organo, quando sentite che rientrano in sottofondo le chitarre di accompagnamento, significa che dopo 4/4 dovete partire con l'assolo. In pratica quando sentite che rientrano le chitarre contate fino a 4 e poi partite. L'assolo di questo brano si sviluppa sugli stessi accordi dell'assolo di organo.

Spero di essere stato chiaro, esauriente e di avervi aiutato il più possibile nell'esecuzione dei brani.

BUONA MUSICA A TUTTI!!!

Alessio Milani
Potrete ordinare ciò che vi interessa inviando un'e-mail a info@playgamemusic.com indicando, nel campo oggetto, 'ordine' e, nel testo, i Vostri dati (cognome, nome e indirizzo) e i codici degli articoli.
Il contributo fisso alle spese di spedizione è di 4,39 € per qualsiasi quantitativo di articoli si ordini. Tutti i prezzi sopra indicati sono già compresi di Iva
Si effettuano esclusivamente spedizioni in contrassegno postale.

P.IVA: 02383900921 - Cod Fisc.: 06131510585